Oggi ho deciso di pubblicare questo ritratto fotografico di una “nobile signora”, la Roth Steyr modello 1907, in calibro 8 Steyr. Questa aristocratica semiautomatica della cavalleria austriaca ha a mio avviso un fascino pari alle cugine più famose, la Mauser C96 e la Luger P08; è un’arma possente dalle linee molto semplici, oserei dire altera, e poterla maneggiare è una esperienza che lascia percepire una estrema ergomia nell’uso. Unico neo è che, non avendo finora mai recuperato una piastrina di carimento, non ho ancora goduto della sua possente e ritmica voce sebbene faccia parte delle armi di famiglia da quando sono nato, ovvero nel secolo scorso. In attesa quindi che mi possa rifare le orecchie rifatevi gli occhi!