brigate-rosse-auguriGiusto oggi ragionavo sulle icone più o meno natalizie e più o meno augurali, e disegnando velocemente su carta una stella ed aggiungendo l’acronimo della frase beneaugurante ed inserendo l’ovvio colore natalizio, ho avuto un sussulto.

Poi, riflettendo sul fatto che nella mia mail list ci sono una nutrita schiera di ex sessantottini (schierati a suo tempo sui diversi fronti) ho pensato di far diventare questo bozzetto un biglietto natalizio, fidando che la decontestualizzazione e la successiva ricontestualizzazione degli elementi possa tranquillamente comunicare concetti agli antipodi fra loro.

Ovvero non esiste un segno grafico cattivo ed uno buono, esiste soltanto quello che la nostra percezione del segno ci trasferisce, come a dire che non esiste pubblicità fallace, ma come al solito è stato sbagliato il timing dal media planner!

Auguri a tutti