Bah, che dire, ormai gli articoli dei quotidiani sono sempre di più come un palinsesto televisivo; se gli articoli vanno forte la gente li compra, e se aumentano le copie certificate vendute, aumentano i costi degli spazi pubblicitari, ergo, l’utile a fine anno.

E così a dare enfasi ad una notizia contribuiscono anche le immagini della notizia stessa, peccato però che oggi, sul Quotidiano della Calabria, alla notizia a mezza pagina di una gara di tiro “ad aria compressa” cui hanno partecipato circa cento tiratori, hanno cercato di dare evidenza con una foto che, nella mente di colui che la ha selezionata e scelta ma non scattata in loco, avrebbe dovuto aumentare l’appeal dell’articolo, magari incuneandosi nel vissuto mentale di chi legge perversamente un bossolo a terra come foriero di chissà quale efferato delitto.

Peccato però che nel tiro ad aria compressa non vi sia alcun bossolo espulso dopo lo sparo, ma il pallino/piombino/funghetto viene “sparato” via dal vivo di volata dalla sola forza dell’aria🙂

Verrebbe quindi da pensare: falsa la foto, falsa la notizia?