Come accade di sovente, la mancanza di tempo non mi permette di scrivere più in questo diario on line con la frequenza con cui mi ero abituato negli scorsi anni.

Mi capita quindi sempre più spesso di mettere qualche post sulla scorta di richieste che mi vengono fatte via mail in privato, e in questa occasione, la richiesta di un manuale di uso e manutenzione della colt Python, oltre ad evadere questa richiesta con aggiunta di un paio di esplosi, dirò anche come tale richiesta mi è giunta.

Qualche mese, dovendo aggiornare la collezione di armi comuni, mi sono sentito richiedere un nuovo cerficato medico perchè “era da un po’ di tempo che non ne consegnavo uno…”, alla mia affermazione in base alla quale un porto d’armi in corso di validità include la validità stessa del titolo subordinato richiesto, veniva risposto laconicamente con “sono due cose diverse… per aggiornare la collezione deve fare tutto l’itinere per farsi rilasciare questo certificato medico, altrimenti la collezione non può essere aggiornata…”.

Dopo aver provato un grande senso di abbandono e aver provveduto comunque a farmi rilasciare tale certificato, ho deciso che comunque non avrei aggiornato la collezione, e che anzi avrei ceduto le due armi che avrei voluto caricarvi: il vecchio Python e la più vecchia, ma per me nuova, Pieper Model O del 1905. Sull’onda emotiva ho deciso di recarmi al poligono per provare per l’ultima volta l’ebbrezza del 357 M e per provare la 7,65… orbene sono stato accompagnato da un caro amico, maresciallo dei carabinieri, che in vita sua ha usato solo la Beretta d’ordinanza, e dopo un paio di caricatori del Python, ho passato a lui la palla!

E’ stato bellissimo vedere la sua espressione quando premeva il grilletto in singola azione… quel senso di vigore impresso dal rinculo che avevo appena provato lo leggevo nei suoi occhi, ad ogni avanzamento del tamburo, epperò non è durato molto, dopo una decina di colpi siamo dovuti passare a camerare il più dolce 38S, pena lo slogamento del polso… ovviamente l’utilizzo a posteriori della Pieper è servito solo a pensare che sia un giocattolino per bambini!

Dopo quindi quest’ultimo saluto, la figlia nobile del vecchio Samuel, è finita in una inserzione on line su Armi Usate, dove per altro ancora campeggia… e proprio dopo aver visto questo annuncio, un signore mi ha contattato dicendomi che ne ha acquistata una ma che manca del libretto di manutenzione, che viene generalmente venduto a cifre esorbitanti anche solo in copie digitali, e gentilmente mi ha chiesto se potessi dargliene copia…..

ed eccoci quindi ritornati all’incipit di questo post, rendere disponibili gratuitamente per tutti materiali che altrove vengono pagati a caro prezzo, se quindi cercate copia di un libretto di uso e manutenzione della vs Python, o semplicemente un suo spaccato, potrete tranquillamente e gratuitamente scaricarlo dai link qui sotto, con una unica preghiera: lasciate un messaggio del vs transito su questo piccolo blog.

Grazie

Colt_Python_Manuale